Primo appuntamento con i lettori di Bucarest – 29 e 30 maggio 2015

 

Locandina

 

 

La prima casa editrice romena in Italia – Rediviva Edizioni –, progetto del Centro Culturale Italo-Romeno di Milano, fondato nel 2008 per promuovere i valori culturali romeni e contribuire agli scambi culturali fra Romania e Italia, ha l’onore di invitarvi agli appuntamenti letterari e culturali di Bucarest il 29 maggio 2015, all’Istituto Italiano di Cultura, e il 30 maggio 2015, alla libreria Cărtureşti di str. Arthur Verona, 13-15.

Partner: TVR International, Romanian Global News, rivista «Contemporanul», «Ziarul financiar».

 

 

 

AVVISO

REDIVIVA EDIZIONI

PRIMO APPUNTAMENTO CON I LETTORI DI BUCAREST

 

Su invito dell’Istituto Italiano di Cultura e della Libreria Cărtureşti di Bucarest, la casa editrice Rediviva Edizioni di Milano è onorata di incontrare il pubblico dei lettori romeni:

  • venerdì 29 maggio 2015, h. 18.00, presso la sede dell’Istituto Italiano di Cultura, Aleea Alexandru, 41, Bucarest
  • sabato 30 maggio 2015, h. 18.00, presso la sede della Libreria Cărtureşti di str. Arthur Verona, 13-15, Bucarest.

In entrambe le occasioni saranno presentate le ultime pubblicazioni in romeno e in italiano lanciate quest’anno dalla casa editrice al Salone Internazionale del Libro di Torino:

  • Ingrid B. Coman, Badante pentru totdeauna. Badante per sempre, edizione bilingue romeno-italiano, collana «Ti racconto il mondo», Milano, Rediviva Edizioni, 2015, 250 p.
  • Aura Christi, La sfera del freddo. Dall’inferno, con amore, trad. dal romeno di Maria Floarea Pop, collana «Phoenix», Milano, Rediviva Edizioni, 2015, 212 p.
  • Lilian v Kertay, I confini del cuore, collana «Memorie», Milano, Rediviva Edizioni, 2015, 372 p.
  • Lilian v Kertay, Frontierele inimii, trad. dall’italiano di Horia Puşcaşiu, collana «Memorie», Milano, Rediviva Edizioni, 2015, 336 p.
  • Liviu Rebreanu, Adamo ed Eva, trad. dal romeno di Davide Arrigoni, collana «Quaderni romeni», Milano, Rediviva Edizioni, 2015, 360 p.

insieme ad altri volumi della casa editrice in romeno, in edizione bilingue romeno-italiano e in italiano, come:

 

INVITATI DALL’ITALIA

  • Ingrid Beatrice COMAN (scrittrice e traduttrice)
  • Maria Floarea POP (poetessa e traduttrice)
  • Claudia BOLBOCEANU (poetessa e giornalista)
  • Violeta POPESCU (documentarista e giornalista)
  • Viorel BOLDIŞ (poeta)

 

PARTNER MEDIA

  • TVR International
  • Romanian Global News Bucureşti
  • Rivista «Contemporanul»
  • «Ziarul de duminică»

VI ASPETTIAMO!

Rediviva Edizioni, prima casa editrice romena in Italia, è stata fondata tre anni fa, all’interno del Centro Culturale Italo-Romeno di Milano, e ha pubblicato circa 20 libri, comprendenti traduzioni italiane di opere romene, volumi di storia, poesie, saggi, … La casa editrice partecipa ai festival e alle fiere del libro che si svolgono in Italia, come il Salone Internazionale del Libro di Torino, Bookcity Milano, Festival Letteratura Milano e altri manifestazioni simili.

In occasione del primo incontro con il pubblico dei lettori romeni, il gruppo del Centro Culturale Italo-Romeno e lo staff editoriale sono entusiasti di condividere la motivazione e gli stimoli alla base di un’attività che viene svolta da molti anni e che mira a promuovere i valori letterari e culturali romeni in Italia.

 

BREVE PRESENTAZIONE

Il Centro Culturale Italo-Romeno, un’associazione di volontariato, ha al suo attivo oltre 200 manifestazioni a Milano, in Lombardia e in altre città italiane: conferenze, incontri letterari, mostre, dibattiti, organizzati sia all’interno della comunità romena sia in quella italiana, presso biblioteche, fondazioni, università, istituti pubblici, … In tutte le circostanze sono stati elogiati e apprezzati gli sforzi fatti dal Centro per contribuire agli scambi culturali italo-romeni e per dare visibilità, attraverso i progetti proposti, al potenziale culturale e artistico dei romeni in Italia.

 

Ingrid Beatrice Coman (n. 1971) è una scrittrice romena di lingua italiana. Autrice di quattro romanzi, un’antologia di racconti e teatro, oltre a numerosi racconti e articoli pubblicati in varie riviste e antologie, è una delle voci letterarie più amate della diaspora, per l’attenzione e l’interesse che le sue opere dedicano alle vicende della gente comune, piccoli eroi anonimi dei grandi momenti storici. La sua letteratura spazia dalla guerra in Afghanistan, vista attraverso gli occhi degli abitanti di Kabul (La città dei tulipani, 2005), segue il filo della storia sovietica, accompagnandoci in uno struggente viaggio nel gulag sovietico (Te al samovar, 2008-2015), ci offre un’emozionante storia romena ambientata in un amaro dicembre dell’89 (Per chi crescono le rose, 2010-2013), fino a creare una vera metafora della società moderna sull’orlo del baratro spirituale (Dodici più un angelo, 2012). Dalla storia più recente della Romania: la raccolta di racconti bilingue Satul fără mamici. Il villaggio senza madri (2012), che dà voce agli “orfani bianchi”, e Badante pentru totdeauna. Badante per sempre (2015), la storia di una madre costretta a lasciare i propri bambini per poter offrire loro una vita migliore. Dal 2012 è direttrice della casa editrice Rediviva Edizioni e redattrice dell’Annuario del Centro culturale italo-romeno (2013, 2014).

 

Maria Floarea Pop (n. 1981), originaria di Bistriţa-Năsăud, dopo gli studi di filologia a Bucarest e Diritto a Pisa e un master in comunicazione, passando attraverso esperienze formative in Svezia e Germania (studi di sociologia e di lingua e letteratura svedese e tedesca), si stabilisce in Italia nel 2004. Qui svolge la sua attività fra Carrara e Firenze, collaborando con importanti case editrici italiane (UTET, Franco Cosimo Panini), e si specializza in management. Ha pubblicato, in Italia e in Romania, articoli, recensioni, traduzioni, saggi giuridici. Ha tradotto in italiano: În absenţa stăpânilor di Nicolae Breban (In assenza dei padroni, Siena, Edizioni Cantagalli, 2013); O istorie sinceră a poporului român di Florin Constantiniu (Storia della Romania, Soveria Mannelli, Rubbettino Editore, 2015, tradotto con Fulvio del Fabbro); Sfera frigului. Din infern, cu iubire di Aura Christi (La sfera del freddo. Dall’inferno, con amore, Milano, Rediviva Edizioni, 2015).

 

Claudia Bolboceanu (n. 1986) abita in Italia a Fontanafredda (Pordenone). È giornalista e pubblicista, laureata all’Università degli Studi di Trieste (specializzazione in Comunicazione e Pubblicità – curriculum giornalistico). Svolge la sua attività professionale collaborando con vari giornali e settimanali, dove pubblica articoli riguardanti diverse tematiche culturali e artistiche o si dedica alla realizzazione e della correzione dei materiali («La voce di Trieste», «Il Tuono», …). Si occupa, nell’ambito di alcune grandi manifestazioni artistiche della sua zona, della parte comunicativa e degli aspetti organizzativi, come il Trieste Film Festival. Contribuisce con materiali e traduzioni al sito www.culturaromena.it del Centro Culturale Italo-Romeno di Milano e fa parte dello staff di Rediviva Edizioni. È coautrice di Le catacombe della Romania. Testimonianze dalle carceri comuniste 1945-1964, Milano, Rediviva Edizioni, 2014 (volume a cura di Violeta Popescu). Nel 2013 ha vinto il concorso nazionale (di prosa e poesia) Scrivere altrove con la poesia “Cornice della mia infanzia”, dedicata ai nonni romeni.

 

Violeta P. Popescu (n. 1971), originaria di Braşov, ha conseguito la laurea in Storia e filosofia, all’Università Babes-Bolyai di Cluj-Napoca (1996), successivamente la laurea in Teologia e Scienze Sociali presso l’Università Lucian Blaga, Sibiu (1999)  e un master in Studi storici europei presso l’Università di Bucarest (2004). Ha lavorato come docente di storia a Braşov e, dal 1998 al 2004, al Vescovado Ortodosso di Covasna e Harghita come museografo, docente e redattore di varie riviste e annuari di cultura e storia («Grai Românesc», la rivista «Angustia», «Predania»,  «Infoeurocarpatica», …). È autrice, con Ioan Lăcătuşu e Vasile Lechinţan, di Românii din Covasna şi Harghita (Miercurea Ciuc, Grai Românesc, 2002). Nel 2004 si stabilisce in Italia. Nel 2008 fonda l’associazione Centro Culturale Italo-Romeno di Milano e realizza progetti di conservazione dell’identità romena e promozione dell’immagine della Romania in Italia. Fra le sue pubblicazioni a Milano ci sono Dall’Est all’Italia. Il viaggio di un’artista. Il teatro di Maria Stefanache (Milano, Edizioni dell’Arco, 2007) e Personalità romene in Italia. Interviste, storie ed esperienze (Milano, Edizioni dell’Arco, 2008). Ha coordinato Repere culturale româneşti în Peninsulă (Annuario del Centro culturale italo-romeno, n. 1, Milano, Rediviva Edizioni, 2013) e Impronte culturali romene in Italia (Annuario del Centro culturale italo-romeno, n. 2, Milano, Rediviva Edizioni, 2014) e ha curato Le catacombe della Romania. Testimonianze dalle carceri comuniste 1945-1964, Milano, Rediviva Edizioni, 2014 (realizzato insieme a Claudia Bolboceanu, Lorena Curiman, Mirela Tingire). Ha in preparazione il volume bilingue (romeno e italiano) România – patrimonul cultural şi european per l’Expo Milano 2015.

 

Viorel Boldiş (n. 1966), originario di Oradea, si stabilisce in Italia nel 1995. Ha pubblicato le sue poesie su «El Ghibli», «Sagarana», «Voci dal silenzio», «Cronica Regia», «Combats Magazine» (Francia), «Poezia» (Romania), «Convorbiri literare» (Romania), «Familia (Romania), «Feed Back» (Romania), … È stato inserito in varie antologie di poesia italiana. Ha pubblicato i seguenti volumi di poesia: Da solo nella fossa comune, Bologna, Gedit edizioni, 2006 (vincitore del Premio Eks&Tra 2005); Rap…sodie migranti, Patti (ME), Centro Studi Tindari Patti, 2009 (finalista del Premio Tindari Patti 2009); 150 grammi di poesia d’amore, edizione bilingue italiano-romeno, collana «Phoenix», Milano, Rediviva Edizioni, 2013; Morarul Zeilor. Poezii din străinătate, collana «Phoenix», Milano, Rediviva Edizioni, 2013. Ha pubblicato due libri illustrati per bambini: Sono partito dall’altra parte del libro per incontrarti – Amir, illustrazioni di Lucia Sforza, Roma, Sinnos, 2009 (vincitore del concorso con lo stesso titolo); Il fazzoletto bianco, illustrazioni di Antonella Toffolo, Milano, Topipittori, 2010. Il fazzoletto bianco è stato tra i finalisti alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna 2010 e si è classificato al quinto posto fra i più bei libri per bambini del 2010. Fra i premi vinti: Premio Culture a confronto, organizzato dalla città di Brescia nel 2000 e nel 2003; Premio nazionale di poesia Eks&Tra nel 2005; Premio per la Letteratura per Ragazzi con il racconto Sono partito dall’altra parte del libro per incontrarti – Amir nel 2009; menzione particolare al Premio Mondiale di Poesia Nosside nel 2009-2010 e menzione nel 2012; 1° Premio del concorso Scrivere altrove nel 2011.